Storie delle famiglie

06/05/2022

Federica, che forza le mamme!

Mi chiamo Federica, ho 31 anni e vengo da Bologna. Durante la gravidanza del mio secondo bimbo, Samuele, abbiamo saputo che il piccolo aveva un’ernia diaframmatica, e per questo motivo qualche settimana prima del parto sono venuta qui a Firenze, in modo che dopo la nascita del bimbo si potesse intervenire subito. Per fortuna, l’intervento è andato bene, anche se il post-operatorio è stato molto delicato e lungo.


SENTIRSI ACCOLTA FIN DA SUBITO

Sono arrivata a Casa Ronald Firenze tramite i servizi sociali del Meyer: all’inizio stavo qui con mia madre che è rimasta con me circa 10 giorni, dopo mi ha raggiunta mio marito e adesso da qualche giorno sono qui da sola. Io sono una persona molto positiva e cerco sempre di vedere il lato buono delle cose, ma nonostante questo inizialmente è stata dura, soprattutto perché sentivo molto la mancanza di mio marito e mia figlia. Piano piano però mi sono abituata a questa situazione, anche perché mi sono sentita subito accolta, aiutata e supportata in qualunque esigenza. Ricordo il giorno che mi si sono rotte le acque: anche in quel momento così delicato e importante per me e mio marito, lo staff è riuscito a tranquillizzarci ed è stato molto premuroso nei nostri confronti.


IL GRANDE ESEMPIO DELLE MAMME

Quella in Casa Ronald è stata un’esperienza unica che mi ha fatto completamente cambiare prospettiva in generale, mi ha stravolto la visione del mondo e della vita. Ho incontrato tante persone qui, tante famiglie che come noi stanno attraversando dei momenti difficilissimi con i loro bimbi, spesso anche più complicati del nostro, e nonostante questo affrontano tutto in modo attivo, senza piangersi addosso, e il loro esempio mi ha spinta ad affrontare meglio tutta questa situazione. Grazie a loro ho capito che a volte diamo per scontate tante cose che in realtà hanno un grande valore, e ho imparato a dare importanza anche alle piccole cose e ai piccoli passi avanti che si fanno ogni giorno. Ho visto tante mamme con una forza incredibile, e ho capito che anche io dovevo tirare fuori quella forza, sia per me, ma soprattutto per Samuele. Nelle ultime settimane poi qui a Casa Ronald ho ritrovato anche tutte le altre famiglie della Terapia Intensiva, e questo è stato un aiuto ulteriore, perché abbiamo cercato di farci forza a vicenda, di affrontare tutto insieme. Abbiamo davvero fatto gruppo e cercato sempre di ritagliarci dei momenti per staccare la mente dalla realtà dell’ospedale, magari ordinando una pizza tutti insieme la sera e fermandoci a chiacchierare prima di andare a dormire: serve anche questo per dimenticare, almeno per qualche ora, il rumore dei macchinari che ci accompagnano ogni giorno in ospedale.


TUTTA LA FAMIGLIA AL CENTRO

Adesso che finalmente posso tornare a casa, non posso nascondere che da una parte sono felicissima, ma dall’altra mi dispiace molto per tutti i genitori e i bimbi che dovranno ancora rimanere qui: spero davvero che i bimbi guariscano presto, e che anche i genitori stiano bene… perché sembra strano, ma a volte ci si dimentica di come possano sentirsi i genitori in questi momenti: i bimbi sono sicuramente i primi guerrieri, ma si trovano comunque in ospedale dove sono il centro di tutte le cure e le attenzioni possibili; ma anche i genitori hanno bisogno di cura e attenzione, e qui a Casa Ronald voi siete molto attenti a questo aspetto… basti pensare a tutti i servizi che offrite per rendere più facile e piacevole il nostro soggiorno qui… sono tutte carezze che ci fate ogni giorno e che ci aiutano tantissimo. Ricordo ancora la prima cena con i Volontari che abbiamo fatto: per me è stata bellissima! Anche le altre, mi sono sempre divertita tanto, ma a quella prima cena sono legati tanti ricordi e tante sensazioni particolari. Ero qui da pochissimo e non sapevo cosa aspettarmi da quella serata… non conoscevo nessuno e non riuscivo a immaginare come potesse essere possibile cenare e chiacchierare con degli sconosciuti… e invece è stata una bellissima sorpresa! Abbiamo chiacchierato tantissimo ed è stata una serata davvero divertente!


LA NORMALITÀ CHE FA CASA

Casa Ronald è casa, è normalità… qui ho ritrovato lo stesso calore di casa, mi sono sentita sempre a mio agio. Anche il semplice fatto di cucinare insieme alle altre famiglie, con le quali inevitabilmente scambi due chiacchiere, o il rapporto che si crea con lo Staff, ti fa sentire come a casa, ti fa sentire tutta quella normalità che, in questi momenti, ti serve per non impazzire e di cui hai fortemente bisogno. L’unica parola che mi sento di dire è GRAZIE!

Condividi la storia

Rimani aggiornato sulle nostre iniziative e sui programmi in favore delle famiglie

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per ricevere newsletter*

Controlla i campi obbligatori

Rimani aggiornato sulle nostre iniziative e sui programmi in favore delle famiglie

Articoli correlati

Mamma Aurora e l’amicizia in Casa Ronald

Storie delle famiglie

Mamma Aurora e l’amicizia in Casa Ronald

Quello che più di tutto porterò nel cuore saranno le amicizie che si sono create qui in casa: qui capita di confidarti, confrontarti e sfogarti con le altre famiglie.

Leggi la storia
Famiglie a bordo!

Storie delle famiglie

Famiglie a bordo!

Continua la collaborazione con Cooperativa Taxi 4390 per donare alle famiglie di Casa Ronald Firenze corse gratuite nei loro spostamenti.

Leggi la storia
Dalla Sicilia a Firenze: una famiglia ritrovata

Storie delle famiglie

Dalla Sicilia a Firenze: una famiglia ritrovata

Penso davvero che questa struttura sia chiamata “Casa” proprio perché ti fa vivere quella realtà che hai a casa.

Leggi la storia
Casa Ronald, una casa a tutti gli effetti.

Storie delle famiglie

Casa Ronald, una casa a tutti gli effetti.

Qui abbiamo trovato una grande famiglia capace di far sentire i pazienti e i genitori a casa, e questo per noi è fondamentale.

Leggi la storia
La storia di Adriana: una famiglia nel cuore di tutti

Storie delle famiglie

La storia di Adriana: una famiglia nel cuore di tutti

Non credevo che al mondo esistessero ancora realtà e persone disposte a fare del bene incondizionatamente, ma a casa Ronald le ho conosciute e sono grata di averle incontrate.

Leggi la storia
Casa Ronald è la casa

Storie delle famiglie

Casa Ronald è la casa

Appena torneremo a casa, la prima cosa che farò sarò tatuarmi il simbolo di Geppetto che c’è sulla porta della nostra stanza qui in Casa Ronald: questo posto ormai è diventato parte di me!

Leggi la storia
Una casa sempre in festa

Storie delle famiglie

Una casa sempre in festa

Dopo tutti questi anni trascorsi qui in Casa Ronald, sono tanti i ricordi che portiamo con noi: ricordiamo tutte le famiglie che abbiamo incontrato, con le quali spesso abbiamo chiacchierato a cena, condiviso il..

Leggi la storia

Storie delle famiglie

INSIEME, COME A CASA

Se dovessi dire con una sola parola quello che è per me Casa Ronald, sicuramente quella parola sarebbe famiglia.

Leggi la storia
Casa Ronald è la mia seconda casa

Storie delle famiglie

Casa Ronald è la mia seconda casa

Dopo due anni, posso affermare che Casa Ronald è parte della mia vita, a tal punto che quando sono in vacanza ne sento la forte mancanza… Questa è la motivazione che ancora oggi mi spinge ad andare avanti nel mio percorso come volontaria.

Leggi la storia
La forza di sentirsi a Casa

Storie delle famiglie

La forza di sentirsi a Casa

Per noi Casa Ronald è ospitalità, famiglia… Ci arriva tutto quello che volete trasmettere e ci fate sentire a casa!

Leggi la storia
Se Casa Ronald non ci fosse bisognerebbe inventarla!

Storie delle famiglie

Casa Ronald McDonald è davvero famiglia

Se Casa Ronald non ci fosse bisognerebbe inventarla! Non è un semplice alloggio, ma molto di più di quanto si possa immaginare o descrivere a parole.

Leggi la storia
I sorrisi per gestire una situazione difficile

Storie delle famiglie

Anna e Simone, i primi ospiti della family room di milano

Qui abbiamo trovato l’equilibrio, la forza e i sorrisi per gestire una situazione difficile subito dopo la nascita di nostro figlio.

Leggi la storia
storia di rosaria coordinatrice della Family Room di Milano

Storie delle famiglie

Il mio ingresso nella Family Room di Milano.

Il 21 dicembre abbiamo aperte le porte della prima Family Room nella città di Milano. L’emozione della prima famiglia accolta difficilmente la dimenticherò.

Leggi la storia
la storia di Elena

Storie delle famiglie

La solidarietà non ha confini.

Questa è la storia di Elena. Moglie di un diplomatico portoghese sempre in viaggio che vive in Argentina insieme alle sue splendide gemelle.

Leggi la storia
storia di nicole

Storie delle famiglie

Una Casa con vista famiglia.

Abbiamo scoperto la malattia del nostro bimbo più piccolo Francesco, quando aveva un anno, per caso. Da lì è stato tutto molto veloce.

Leggi la storia
Famiglia di papà serafino

Storie delle famiglie

Storia di Serafino, papà della piccola Anna

I nostri viaggi sono lunghi, prendiamo la nave e poi la macchina oppure a volte facciamo tutto il tragitto in macchina.

Leggi la storia
La nonna di Casa Ronald

Storie delle famiglie

La nonna di Casa Ronald

Casa Ronald è come una grande famiglia seduta attorno alla tavola della domenica.

Leggi la storia
Un abbraccio improvviso

Storie delle famiglie

Un abbraccio improvviso

Quando il figlio viene ricoverato, Marco vede davanti a sé solo un tunnel asettico, lungo. Poi varca una soglia e trova il calore della Family Room. Ora sa che insieme e vicini si è più forti. Anche più di prima.

Leggi la storia
Due famiglie una grande amicizia

Storie delle famiglie

Due famiglie, una grande amicizia

Mamma Suporna, papà Luca e la bimba Sofia vengono dal Lazio, Giacomo, Fabiola ed il piccolo Filippo dalla Toscana.

Leggi la storia
Storia di Sara, mamma di Alice

Storie delle famiglie

Storia di Sara, mamma di Alice

Erano le feste di Natale del 2014, Alice era già un paio di mesi che non stava bene, era molto pallida.

Leggi la storia
Stare a casa con i propri figli è un dono

Storie delle famiglie

Stare a casa con i propri figli è un dono

Lettera di Filippo, padre di Eva e ospite di Casa Ronald Bellosguardo

Leggi la storia
Natale è dove hai la tua famiglia vicino

Storie delle famiglie

Natale è dove hai la tua famiglia vicino.

Abbiamo scoperto della malattia di Leo quando aveva solo 3 anni e mezzo. Sono il tipo di notizie che non vorresti mai sentire e che ti stravolgono in un attimo.

Leggi la storia
Un unico ambiente, tante speranze

Storie delle famiglie

Un unico ambiente, tante speranze

Guerrieri si nasce L’abbiamo aspettato per 6 anni, poi, finalmente, Juan Diego è arrivato.

Leggi la storia
Casa Ronald è quella casa che può dirsi anche casa tua

Storie delle famiglie

Casa Ronald è quella casa che può dirsi anche casa tua

Storia di Claudia, mamma di Casa Ronald Brescia

Leggi la storia
A casa, lontani da casa

Storie delle famiglie

A casa, lontani da casa

Storia di Irene, mamma di Casa Ronald

Leggi la storia
Fondazione Ronald arriva a Milano

Storie delle famiglie

A Casa come a casa

La storia di Chiara, mamma di Sofia e Viola, ospiti di Casa Ronald Firenze.

Leggi la storia
Quel “pezzetto” del nostro cuore

Storie delle famiglie

Quel “pezzetto” del nostro cuore

Storia di Vito, papà di Leonardo e ospite a Casa Ronald Bellosguardo

Leggi la storia
Da una grande famiglia a una molto più grande

Storie delle famiglie

Da una grande famiglia a una molto più grande

Storia di Roberta, mamma di Nicolò e ospite a Casa Ronald Bellosguardo

Leggi la storia
Qui, sorridono sempre tutti

Storie delle famiglie

«Qui, sorridono sempre tutti»

Storia di Nerea, ospite a Casa Ronald Bellosguardo

Leggi la storia
Questa casa è davvero unica

Storie delle famiglie

Questa casa è davvero unica

Storia di Olga e del piccolo Svjatoslav, ospiti a Casa Ronald Palidoro

Leggi la storia
Ecco come nascono i legami di cuore

Storie delle famiglie

Ecco come nascono i legami di cuore

Storia di Atidzhe, mamma di Volkan e Koray

Leggi la storia
Riunirsi e rinascere

Storie delle famiglie

Riunirsi e rinascere

Storia di Elsaid, papà di Ahmed

Leggi la storia
Una riunione di famiglia

Storie delle famiglie

Una riunione di famiglia

Storia di Mildred, mamma di Samuel

Leggi la storia
L' unione fa la forza

Storie delle famiglie

L' unione fa la forza

Storia di Adelina, mamma di Agostino e Rita

Leggi la storia
La cicogna arriva a casa Ronald

Storie delle famiglie

La cicogna arriva a casa Ronald

Storia di Consuelo, neomamma di Rachele

Leggi la storia
Correre fa bene

Storie delle famiglie

Correre fa bene

Ciaooo! Sono Luis Fernando, ho nove anni e vengo dal Venezuela. Casa Ronald è la mia...

Leggi la storia
Oroscopo dei gemelli

Storie delle famiglie

L' Oroscopo dei gemelli

È l’ultimo dell’anno e mamma Deborah si ferma a fare un bilancio del 2017, con un augurio: che non si ripeta nel 2018.

Leggi la storia
Se un giorno, in ospedale, una visita...

Storie delle famiglie

Se un giorno, in ospedale, una visita...

La salute di sua figlia sembrava abbandonata a se stessa, ma quel giorno in ospedale c’era una visita, e non era la visita di un medico.

Leggi la storia
Eleonora e la spinta invisibile.

Storie delle famiglie

Eleonora e la spinta invisibile

Eleonora, 5 anni, segnati da terapie e controlli. Ma i genitori riescono a trovare un “qualcosa” che dà loro la forza per proseguire la battaglia. Un po’ per caso.

Leggi la storia
Chi semina affetto raccoglie amicizia.

Storie delle famiglie

Chi semina affetto raccoglie amicizia

Cosa accade in un piccolo borgo, se due genitori hanno una figlia in difficoltà? Lo hanno scoperto Sara e Alfredo, con la piccola Lucia.

Leggi la storia
Ospedale “Sliding Doors

Storie delle famiglie

Ospedale “Sliding Doors"

4 interventi in pochi mesi, dentro e fuori dall’ospedale, vite stravolte nella famiglia di Alice, ma un giorno una porta si apre...

Leggi la storia
Quello che non ti aspetti

Storie delle famiglie

Quello che non ti aspetti

Sorpresa e stupore illuminavano gli occhi di Roberto, quel giorno all’uscita dall’ospedale. Cosa c’era ad attenderlo dopo il trapianto?

Leggi la storia
Lo stesso giorno, in quello stesso ospedale

Storie delle famiglie

Lo stesso giorno, in quello stesso ospedale

Stesso luogo, stesso istante, stesse persone, ma stati d’animo opposti, entrambi giustificati. Quel giorno al pronto soccorso di Ancona.

Leggi la storia
Nel ruolo del padre

Storie delle famiglie

Nel ruolo del padre

Difficile essere papà quando al figlio 16enne arriva una diagnosi, che ti pone degli interrogativi.

Leggi la storia
Matei, Emilia e la cura dell’amicizia

Storie delle famiglie

Matei, Emilia e la cura dell’amicizia

La cosa peggiore per chi lotta per la salute? Sentirsi soli. E la cosa più bella? L’ha scoperta Emilia, mamma di Matei.

Leggi la storia

Cosa puoi fare tu