Una storia che unisce tante famiglie

La nostra storia

Una storia che unisce tante famiglie

Tutto inizia con la piccola Kim

È il 1974 quando a Philadelphia Fred Hill, famoso giocatore di football americano, scopre che la sua bambina ha la leucemia. Insieme a sua moglie, Fred deve affrontare giornate davvero lunghe tra le corsie degli ospedali e le sale di attesa, mangiando dai distributori automatici ma soprattutto cercando di nascondere a Kim la tristezza e la stanchezza di quei giorni.

A un certo punto, guardandosi attorno, si accorge che lui e sua moglie non erano soli. C'erano molte famiglie che oltre al dolore per la malattia del loro bambino avevano ulteriori preoccupazioni: i lunghi viaggi per le cure ospedaliere e i costi di una forzata permanenza lontano da casa.

Kim Hill

Da un momento difficile, l'idea.

È durante la malattia della sua bambina che Fred si rende conto della necessità di pensare a un posto dove i genitori dei bambini malati possono ritrovarsi per sostenersi a vicenda. Ray Kroc, fondatore di McDonald’s, che in quel momento aveva sotto contratto Fred Hill, viene così colpito da questa idea tanto da decidere di appoggiarla in pieno, con la promessa di raddoppiare ogni dollaro raccolto.

Grazie a questo lavoro di squadra la dottoressa Audrey Evans, responsabile dell’unità oncologica dell’ospedale pediatrico di Philadelphia, realizza una casa come residenza temporanea per le famiglie dei bambini in cura presso l’ospedale. Così nel 1974, con l’inaugurazione della prima Casa Ronald, nasce ufficialmente la Ronald McDonald House Charities (RMHC®).

Kim and Fred Hill

Da allora fino a oggi, la nostra solidarietà non si è mai più fermata.

La nascita della prima Casa Ronald è solo l'inizio di un progetto di solidarietà che è destinato a diventare sempre più grande tanto che nel 1979 aprono più di 10 Case Ronald. Nei 5 anni successivi le comunità locali fondano prima 60 strutture e nei 5 anni dopo, altre 53. Perché le persone vedono nelle Case Ronald un gesto di grande generosità per chi ha bisogno di conforto in un momento tanto difficile, come la malattia di un figlio.

Fondazione Ronald McDonald's solidarity

Un progetto che si è diffuso nel mondo

Ronald McDonald House Charities è oggi un’organizzazione internazionale che in 64 paesi porta avanti la sua causa grazie all’aiuto di 536.000 volontari. Così ogni anno più di 5,7 milioni di bambini e famiglie trovano sostegno in una dei programmi RMHC in tutto il mondo.

3,5 milioni

di bambini e famiglie

367

Case Ronald

250

Family Room

50+

Care Mobiles

64

Paesi

*Dati aggiornati al 2018Paesi in cui ha sede RMHCPaesi in cui non è presente RMHC

I nostri programmi a livello internazionale

Case Ronald

Case Ronald

Ambienti accoglienti e familiari vicino ai più importanti ospedali italiani.

Family Room

Family Room

Un luogo familiare per riposarsi e stare insieme, senza uscire dall’ospedale.

Family Room

Care Mobile

Veicoli che portano nelle zone più bisognose del mondo le cure di cui i bambini hanno bisogno.

Family Room

Grants

Programma internazionale per ridurre il tasso di mortalità maternale e infantile nei paesi più bisognosi.

Teniamo vicine migliaia di famiglie, anche in Italia.

Nel 1999 nasce Fondazione per L’Infanzia Ronald McDonald Italia. Nel nostro paese ci sono 4 Case Ronald, costruite vicino ai più importanti ospedali italiani, e 2 Family Room, presenti all’interno dei reparti pediatrici.

Casa Ronald Brescia

(Azienda Ospedaliera Spedali Civili di Brescia)

Casa Ronald Palidoro

(Ospedale pediatrico Bambino Gesu di Palidoro)

Family Room Alessandria

(Azienda Ospedaliera SS Antonio e Biagio e Cesare Arrigo)

Family Room Bologna

(Azienda Ospedaliero-Universitaria
Policlinico S.Orsola-Malpighi)

Casa Ronald Firenze

(Ospedale Pediatrico Meyer)

Casa Ronald Roma Bellosguardo

(Ospedale Pediatrico Bambino Gesù del Gianicolo)

4

Case Ronald

2

Family Room

37.000

Famiglie accolte

18 milioni

di euro risparmiati dalle famiglie

*Dati aggiornati al 2017

Cosa puoi fare tu