Racconti dei volontari

18/10/2017

Volontario all'improvviso

Volontario improvviso

“Non ero preparato a ciò che avrei vissuto là dentro” confessa Antonio narrando la sua esperienza. Antonio varca la soglia di Casa Ronald per la prima volta il giorno dopo l’epifania “Lo ricordo come fosse ieri” e, senza troppi preamboli, nel giro di pochi istanti si trova in cima a una scala a smontare gli addobbi natalizi: “Un compito quotidiano, come se lo facessi per casa mia. Ero un perfetto estraneo, non sapevo nulla della Casa, e mi hanno trattato subito come uno di famiglia. Mi ha colpito”. E chi non resterebbe colpito? Il clima ‘normale’ della Casa mette a proprio agio chi dedica qualche momento libero, come Antonio: “Avevo già fatto il volontario e cercavo un’esperienza simile”. Quel primo impatto lo motiva: “Così ho maturato la decisione di diventare volontario fisso”. Da allora la sua quotidianità si riempie di momenti toccanti: “Ricordo una bambina venezuelana. Triste, depressa, fin da quando era arrivata. Un giorno abbiamo giocato a 1,2,3 stella! e per la prima volta l’ho vista sorridere, poi addirittura scoppiare a ridere, di gusto. Indimenticabile!” È ciò accomuna i nostri volontari, l’emozione di portarsi a casa un’esperienza che ti prende. Se senti di volerla vivere da vicino anche tu, prendi contatti con la Casa Ronald più vicina, offrendo qualche ora del tuo tempo, come Antonio. Che non ha dubbi “Casa Ronald per me è il calore di un abbraccio”.

Condividi la storia

Rimani aggiornato sulle nostre iniziative e sui programmi in favore delle famiglie

Cliccando su prosegui dichiari di aver letto l’informativa di Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald Italia
Acconsento al trattamento dei miei dati personali per ricevere comunicazioni personalizzate*

Controlla i campi obbligatori

Rimani aggiornato sulle nostre iniziative e sui programmi in favore delle famiglie

Articoli correlati

Le due ore più belle della settimana

Racconti dei volontari

Le due ore più belle della settimana

Storia di Piera, volontaria di Casa Ronald Firenze

Leggi la storia
Il mio appuntamento fisso

Racconti dei volontari

Il mio appuntamento fisso

Storia di Silvia, volontaria di Casa Ronald Brescia

Leggi la storia
Stare insieme aiuta

Racconti dei volontari

Stare insieme aiuta

Storia di Marilina, volontaria di Casa Ronald

Leggi la storia
La fortuna di insegnare

Racconti dei volontari

La fortuna di insegnare

Storia di Chiara, maestra di Casa Ronald

Leggi la storia
Arte di regalare un sorriso

Racconto dei volontari

L' arte di regalare un sorriso

Storia di Davide, Operatore del Sorriso di CRI Firenze

Leggi la storia
Vicino di casa, volontario per caso

Racconti dei volontari

Vicino di casa, volontario per caso

Gli antichi immaginavano il ‘caso’ come una dea tessitrice di fili. E un filo è quello che Federico ha trovato, per riannodarlo tutto fino a che...

Leggi la storia
Cintura nera di generosità

Racconti dei volontari

Cintura nera di generosità

Anche un duro come Alfredo, istruttore di karate, si intenerisce per un incontro così inatteso.

Leggi la storia
L’arte mette le differenze da parte.

Racconti dei volontari

L’arte mette le differenze da parte

Che succede a mescolare la vivacità della vita in Casa Ronald con creta, cartapesta e colori? Scopriamolo insieme a Sandro.

Leggi la storia
Varcando quella soglia

Racconti dei volontari

Varcando quella soglia

Andava semplicemente a trovare un’amica, ma aprendo quella porta Elena ha trovato l’opposto di quanto si aspettava.

Leggi la storia
Mi ritorni in mente, 10 anni dopo

Racconti dei volontari

Mi ritorni in mente, 10 anni dopo

Vi capita a volte di ritrovare un pensiero sepolto nel cassetto della memoria 10 anni prima? È successo a Ivana. Ascoltiamola...

Leggi la storia
Pasquale e le casette della rinascita

Racconti dei volontari

Pasquale e le casette della rinascita

Come ogni piccola grande intuizione, quella di Pasquale avviene in un lampo, ma imprime una svolta...

Leggi la storia

Cosa puoi fare tu