Notizie dalle case

22/11/2019

La giusta distanza non esiste

La giusta distanza non esiste

Nel lavoro di un operatore di una Casa Ronald, seppure abituato a controllare professionalmente i propri sentimenti, a porre tra sé e gli ospiti della Casa la “giusta distanza”, ci sono momenti in cui il cuore prende il sopravvento. Per prima cosa vorrei puntualizzare un aspetto quantitativo: gli operatori di una Casa passano con gli ospiti complessivamente più tempo che con le proprie famiglie. Questo porta a delle conseguenze.

L’emozione di ritrovarsi
Che ho capito giusto ieri sera, quando ha suonato il campanello e mi sono visto venire incontro Inga e Vasile, quest’ultimo con Elisei sulle spalle. Nel momento in cui Elisei mi ha teso le braccia perché lo prendessi, ho capito cosa si prova a rivedere un bimbo che ha passato un anno intero sotto i miei occhi, che ho visto crescere, stare male e poi meglio, fino a tornare a casa sua!

Una gioia condivisa
Io ricordo Inga e Vasile del tutto incapaci di comunicare con noi, con la barriera linguistica che sembrava insormontabile. E ricordo i miei e i loro sforzi di superarla. Ricordo l’altalena di speranze e preoccupazione nei loro sguardi. Mese dopo mese. Ricordo ogni piccolo aiuto che abbiamo potuto dar loro e la felicità provata, per loro, quando finalmente sono potuti tornare a casa. Ricordo questo e molto altro perché la meraviglia, l’incanto del mio lavoro, è provare queste emozioni, è avere la percezione di poter fare qualcosa di concreto per chi ne ha bisogno, e chi ne ha bisogno è davanti ai tuoi occhi giorno dopo giorno! Ieri al loro arrivo ho provato questo e ho letto nello sguardo delle mie colleghe le stesse emozioni, mi sono specchiato negli occhi di Clara, di Elina: eravamo uniti dagli stessi sentimenti. Tutto questo nello spazio di una ventina di secondi, perché ripensandoci bene quell’abbraccio a Elisei è durato più o meno cosi. Giusto il tempo di portarlo dal portone all’ufficio. Sono stati solo 20 secondi ma a ripensarci mi commuovo ancora.

Condividi la storia

Rimani aggiornato sulle nostre iniziative e sui programmi in favore delle famiglie

Cliccando su prosegui dichiari di aver letto l’informativa di Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald Italia
Acconsento al trattamento dei miei dati personali per ricevere comunicazioni personalizzate*

Controlla i campi obbligatori

Rimani aggiornato sulle nostre iniziative e sui programmi in favore delle famiglie

Articoli correlati

Notizie dalle case

Hospitality à la Carte

Dal 24 gennaio 2019 presso gli Spedali Civili di Brescia, nei reparti di Oncoematologia, CTMO, Pediatria, Chirurgia, Ortopedia-Otorinolaringoiatria, è attivo il servizio Hospitality à la carte.

Leggi la storia

Notizie dalle case

Un principe in Casa Ronald Bellosguardo

Sono sempre di più coloro che, prendendo a cuore la nostra missione, ci fanno sentire il loro supporto

Leggi la storia
Storia di Sonia (nella foto a destra), direttrice del ristorante McDonald’s di Busto Arsizio (VA) in visita a Casa Ronald Roma Palidoro

Notizie dalle case

Un giorno come pochi

Storia di Sonia, direttrice del ristorante McDonald’s di Busto Arsizio (VA) in visita a Casa Ronald Roma Palidoro

Leggi la storia
La nuova reception di Casa Ronald Firenze

Notizie dalle case

I nuovi ambienti di Casa Ronald Firenze

Il 26 giugno Casa Ronald Firenze ha inaugurato il portico

Leggi la storia
Con “Spiaggia Libera Tutti!” nessuno è escluso

Notizie dalle case

Con “Spiaggia Libera Tutti!” nessuno è escluso

Lo staff e i volontari di Casa Ronald Roma Palidoro comunicano che i lavori al progetto “Spiaggia Libera Tutti!” sono finalmente stati ultimati!

Leggi la storia
I veri eroi sono altri

Notizie dalle case

I veri eroi sono altri

Storia di Marco, staff di Casa Ronald Roma Bellosguardo

Leggi la storia
Questa casa non è un albergo

Notizie dalle case

Questa casa non è un albergo!

Storia di Luca, dipendente di Casa Ronald

Leggi la storia
Indovina chi viene a Casa (Ronald)?

Notizie dalle case

Indovina chi viene a Casa (Ronald)?

Chi sarà il visitatore che verrà a bussare alla nostra porta fra breve? Prova a indovinare.

Leggi la storia
Conoscevate il carnevale di Brescia?

Notizie dalle case

Conoscevate il carnevale di Brescia?

È colorato, è pieno di bambini, è sfrenato, e ha una sola regola. Andiamo a scoprire.

Leggi la storia

Cosa puoi fare tu